Notizie

Le donne e il Tango Argentino

Tutti i grandi ballerini sostengono che la più grande capacità di un ballerino di Tango Argentino, di un milonguero sia quella di rendere la propria ballerina splendida e, parafrasando Carlos Gavito, di farla sentire una regina. Gavito è proprio il ballerino che ha argomentato maggiormente tutto questo: se si leggono le interviste di Maria Plazaola, che racconta quando prendeva lezioni dal maestro, si legge come lui sapesse eseguire alla perfezione sia i passi dell'uomo che della donna, ma nel momento in cui ballava si adattava e improvvisava sulla base di come la sua compagna eseguiva i propri passi. Come dice Miguel Angel Zotto il Tango Argentino non consiste nel fatto di eseguire tanti passi dove la donna segue solamente le indicazioni dell'uomo, il Tango è come la vita e riguarda ciò che esprime ciascuna persona.

"Il talento più importante che un milonguero deve avere è la capacità di rendere la donna splendida. Non significa eseguire un sacco di passi con la donna che segue solamente. Il Tango è una qualsiasi azione nella vita reale. Il Tango riguarda il carattere di ciascuno di noi." (Miguel A. Zotto)

Il rispetto per la donna di cui ci parla Pablo Veron, che lo stesso Carlos Gavito vedeva come un cardine imprescindibile del Tango Argentino, è un elemento distintivo di questo ballo. Senza questo rispetto non si può parlare certo di Tango.

Durante un Tango la ballerina è l'unica donna per il tanguero, non esistono le persone intorno, esiste solo lei, la musica, la ronda e il ballo.

"Un buon ballerino di Tango è una persona che ha ritmo ed un buon orecchio musicale. Ha anche rispetto per la donna, sa che cosa fare al momento giusto con la compagna giusta. Si adatta alla donna. Le fa sentire che è la migliore ballerina. Balla per lei." (Pablo Veron)

La musica e la propria ballerina. Sentire la musica e ballare su di questa, adattandosi alla propria compagna facendola in questo modo sentire la migliore ballerina. La cultura da cui nasce il Tango Argentino non lo rende solo una forma di corteggiamento, come ballo, ma un modo di pensare, un modo di essere e di vivere.

"Io dico che ogni uomo che balla il tango e non guarda alla donna come una regina, non sarà mai un re. Per me è tutta una questione di rispetto per la donna. " (Carlos Gavito)

(fonte: Tango Pusher)